info@newdistance.it +39 06.900.800.06
Immagine Evidenza Toscana ok
0 ˚c Campi Scuola
A partire da € 115,00 (minimo 45 partecipanti)

Toscana Insolita

Toscana Insolita

Toscana è una regione di transizione che occupa gran parte dell’ex granducato di quel nome vicino alla base della penisola italiana. Il paesaggio caratteristico è una miscela di dolci colline che portano al picco bruscamente montagne che rappresentano una formidabile barriera tra la Toscana e le regioni a sud. Confina a nord e nord-est dal Tosco-Emiliano e le Alpi Apuane, queste sono separate da una serie di lunghe valli dalle colline sub-appenniniche del Monte Albano, il Monte Pratomagno, ed altri. A sud di Siena, la superficie aumenta fino a montagne e altipiani meno fertili, come le montagne Metallifere, il Monte Amiata e il Monte Argentario sulla costa. Le pianure della Toscana sono o valli interne, come quella del fiume Arno, o pianure costiere, come la Maremma. Area 8.877 miglia quadrate (22.992 km quadrati). Pop. (2012 est.) 3.692.828.

Toscana Storico

Il nome Toscana deriva da un etrusca tribù che vi si stabilì circa 1000 aC. Tuscia è entrato in uso ufficiale sotto l’Impero romano nel ce 3 ° secolo. Politicamente uniti sotto i Longobardi barbari come un ducato con sede a Lucca nel 6 ° secolo, la Toscana è stata la prossima istituito come una contea dai Franchi nel 774. Nel 11 ° secolo l’area passò alla famiglia Attoni, che, già in possesso di Canossa , Modena, Reggio e Mantova, è diventato un potere importante del centro Italia. Il rappresentante più famoso di questa linea, Matilda, ha sostenuto il Papa Gregorio VII (1073-1085) nella lotta per le investiture. Dopo la sua morte nel 1115, le città della Toscana gradualmente affermato la loro indipendenza, e la zona ha perso la sua unità tradizionale. Per i prossimi quattro secoli queste città combattevano tra di loro; supremazia è stata vinta prima con Pisa e poi da Firenze, e l’area divenne il più grande centro di rinascita culturale. Dopo l’avvento della Medici come governanti di Firenze nel 1434, con progressivo consolidamento della famiglia del potere sul territorio, la Toscana è stata trasformata in un principato.

Durante le invasioni straniere in Italia alla fine del 16 ° secolo 15 ° e l’inizio, i Medici furono espulsi due volte (1495-1512 e 1527-1530), ma sono stati restaurati dall’imperatore del Sacro Romano Carlo V nel 1530, e sovrani medicei utilizzata la granduca titolo dal 1569. La cultura e l’economia del territorio è diminuita a partire dal 16 ° secolo.

Nel 1737, alla morte dell’ultimo granduca mediceo, Gian Gastone, la Toscana è stato assegnato a Francesco di Lorena, futuro marito della Asburgo ereditiera Maria Teresa, iniziando il dominio degli Asburgo-Lorena. Sotto Francesco e suo figlio il granduca Leopoldo I (in seguito l’imperatore del Sacro Romano Leopoldo II), la grande stagione di riforme toscana ha avuto luogo. Barriere commerciali interni sono stati rimossi, privilegi ecclesiastici ridotto, e la pena di morte abolita. Con la dominazione francese della penisola, durante la fine del 1790, Ferdinando III fu costretto a fuggire dal ducato.Nel 1801 Napoleone Bonaparte fondò il regno toscana Etruria per Luigi di Borbone-Parma, nipote della regina spagnola, ma nel 1808 lo annesse all’Impero francese e, infine, nel 1809 diede a sua sorella Elisa a governare. Con le sconfitte di Napoleone nel 1814, Ferdinando III è stato restaurato in Toscana, ma molte delle riforme introdotte dai francesi sono stati conservati.

Sotto Ferdinando e suo figlio Leopoldo II, durante la prima metà del 19 ° secolo, la Toscana è stata notata tra gli Stati italiani per la sua tolleranza verso i liberali e il suo governo progressista. Con la diffusione delle rivoluzioni liberali in Italia nel 1848, Leopoldo ha concesso una costituzione, ma aumentando l’agitazione rivoluzionaria culminato nella proclamazione di una repubblica (8 febbraio 1849) e costrinse il granduca di fuggire. Il ritorno di Leopoldo sotto la protezione degli Austriaci gli costò il sostegno di molti toscani. Quando la guerra tra il Piemonte e l’Austria (la Seconda Guerra d’Indipendenza italiana) è scoppiata nel 1859, Leopoldo, dopo aver rifiutato sia di concedere una costituzione e di aderirvi Piemonte nella lotta, è stato espulso dai Fiorentini. Con un governo provvisorio controllato dal nobile Bettino Ricasoli a lavorare per l’unificazione italiana sotto Piemonte, i toscani, in un plebiscito di 11-12 marzo 1860, votato in massa per l’annessione. Toscana divenne formalmente parte del nuovo Stato italiano con la proclamazione del regno il 18 Febbraio, 1861.

La regione contemporaneo

La Toscana è una delle regioni agricole più prospere d’Italia, specializzata in cereali (in particolare grano), olive e olio d’oliva e vini, in particolare quelli del Chianti, vicino a Siena. Verdure e frutta sono coltivate anche, e bovini, equini, suini e pollame sono ampiamente sollevate. Agricoltura toscana è caratterizzato dal sistema di mezzadria, con il padrone di casa, che fornisce il capitale e spese correnti, condividendo il raccolto con l’inquilino, che fornisce la manodopera. Esiste, tuttavia, una crescente tendenza alla organizzazione di cooperative agricole.
Le tempeste e le inondazioni del 1966 inferto un duro colpo all’agricoltura toscana, così come inondare Firenze e Grosseto. Innaffiato principalmente dai fiumi Arno e Ombrone, Toscana ha pochi fiumi in grado di sostenere grandi progetti idroelettrici, ma i depositi di borace a Larderello produzione di vapore sotterraneo abbastanza per alimentare una grande stazione di generazione. Tra le risorse minerarie, facilmente lavorabile minerale di ferro della isola al largo d’Elba è in via di esaurimento, ma di piombo, zinco, antimonio, mercurio, rame e pirite di ferro vengono ancora prodotte nella regione. Lignite (carbone) viene estratta intorno a San Giovanni Valdarno, e il marmo di Carrara è famosa nel mondo.
La regione è famosa per le sue industrie artigianali, in particolare a Firenze, la capitale, metallurgia, prodotti chimici, e tessuti sono le principali. Il turismo è importante a località costiere ei centri storici della regione. Sempre più spesso, la Toscana è anche una casa di riposo di scelta per ben-to-do le persone provenienti da tutto il mondo, soprattutto dal nord Europa. Livorno, il porto principale, ha cantieristica. Altri centri importanti sono Piombino, Lucca, Pistoia, Grosseto, Pisa, e Siena.

Foto 1 Toscana
Foto 2 Toscana
Foto 3 Toscana
Foto 4 Toscana
Giorno 1

Giorno 1

Sistemazione in pullman Gran Turismo e partenza per la Toscana. Arrivo, incontro con le nostre guide e inizio della visita interattiva di San Gimignano: i ragazzi saranno coinvolti in una Caccia al Tesoro che gli svelerà i segreti del borgo medievale. Mezza Pensione

Giorno 2

Giorno 2

Sistemazione in pullman Gran Turismo e partenza per la Toscana. Arrivo, incontro con le nostre guide e inizio della visita interattiva di San Gimignano: i ragazzi saranno coinvolti in una Caccia al Tesoro che gli svelerà i segreti del borgo medievale. Mezza Pensione

Giorno 3

Giorno 3

Visita della città di Volterra (passeggiata in uno delle poche città dove è possibile avere un’immagine nitida del passato e del susseguirsi delle varie civiltà – dai romani ai giorni nostri) e laboratorio di alabastro (tutti i segreti della pietra simbolo della città). Al termine sistemazione in pullman Gran Turismo e rientro al Vostro Istituto.

Grande Pullman Gran Turismo